Travelers
Open call
Contributions /

Emanuele Trevi, Giovanna Silva
Ontani a Bali / Ontani in Bali

Testo /Text: Emanuele Trevi
Fotografie / Photographs: Giovanna Silva
Illustrazioni / Illustrations: Luigi Ontani
136 pages, color
15,4×23 cm
Graphic Design: Julia
Softcover, Hotfoil
€ 29.00
Ed. italiana ISBN 978-88-99385-15-6
Ed. inglese ISBN 978-88-99385-16-3

Luigi Ontani è considerato uno dei primi grandi artisti italiani viventi. Pittore, scultore, lavora da decenni sui temi del mito, della maschera, del simbolo in forme diverse. Uno degli aspetti più leggendari, ma meno documentati della sua attività è il lavoro che svolge a Bali dove risiede per alcuni mesi all’anno. Nel marzo 2014 lo scrittore Emanuele Trevi e la fotografa Giovanna Silva hanno vissuto qualche settimana con lui assistendo all’allestimento di un Ogoh Ogoh, un carro allegorico che si prepara per il giorno di Nyepi, il giorno del silenzio. Destino dell’Ogoh Ogoh è poi di essere bruciato. Attorno a questa breve parabola lo scrittore ha intessuto le sue riflessioni sul tema del mito, ha osservato con partecipazione a un momento in cui storia, leggenda e contemporaneità sono diventati poco distinguibili e ne ha tratto un racconto. Silva ha invece documentato, con tecniche fotografiche diverse, la traiettoria del Ogoh Ogoh partecipando a un rito che finora era pressoché sconosciuto.

Emanuele Trevi, scrittore, saggista e critico letterario, è uno degli autori più importanti e inclassificabili del panorama letterario italiano. Finalista al Premio Strega 2012 con Qualcosa di scritto, insieme a Il libro della gioia perpetua, è uno dei volumi destinati a restare nella letteratura italiana del XXI secolo. È anche autore di reportage letterari sull’India (L’onda del porto) e di riflessioni sul tema del viaggio (Il viaggio iniziatico). Scrive per il Corriere della Sera.

Giovanna Silva ha pubblicato per Humboldt Books Tutta la solitudine che meritate, un viaggio in Islanda con Claudio Giunta, ora alla terza edizione. Ha dedicato libri di reportage ai deserti americani, alla Libia dopo la guerra, alle discoteche italiane e d’Europa (Nightswimming). Nel 2014 ha partecipato alla Biennale di Architettura di Venezia.


Acquista il libro IT



Luigi Ontani is considered one of the greatest living Italian artists. A painter and sculptor, for decades he has worked on the themes of the myth, the mask and the symbol in various forms. One of the most legendary yet least documented aspects of his activity is the work that he carries out in Bali, where he lives for several months each year. In March 2014, the writer Emanuele Trevi and the photographer Giovanna Silva lived with him for a few weeks, thereby witnessing the preparation of an Ogoh Ogoh, a carnival float decorated for the Nyepi, the day of silence. The fate of the Ogoh Ogoh is then to be burnt. The writer intertwines his own reflections on the theme of the myth around this brief parable, taking part in a moment in which history, legend and the contemporary world all blur together, and making this the starting point for his account of events. Instead, using a range of photographic techniques, Silva documents the tale of the Ogoh Ogoh, taking part in a ritual which up until now had been virtually unknown.

Emanuele Trevi, writer, essayist and literary critic, is one of the most important yet unclassifiable authors on the Italian literary scene. Shortlisted for the Premio Strega 2012, Qualcosa di scritto – along with Il libro della gioia perpetua – is one of the volumes destined to stand out in 21st-century Italian literature. He is also the author of literary reportages on India (L’onda del porto) and reflections on the theme of the journey (Il viaggio iniziatico). He writes for the Corriere della Sera newspaper.

Giovanna Silva previously published Tutta la solitudine che meritate with Humboldt Books: a journey to Iceland together with Claudio Giunta, now in its third print. She has also produced reportage books focusing on the American deserts, on post-war Libya, as well as on Italian and European discotheque buildings (Nightswimming). In 2014 she took part in the Architecture Biennale of Venice.


Buy the book EN